Belvedere Aldo Nardi

Itinerario dialettale – Proverbio n° 1
Se gennaru no’ gennarìa, febbraru e marzu repparìa
Se gennaio non fa il suo mestiere, febbraio e marzo rimettono in pari

Itinerario storico-artistico
1 – Belvedere Aldo Nardi
E’ la piazza principale del paese, cui si giunge inevitabilmente percorrendo l’unica strada che conduce al centro abitato. Realizzata a metà del secolo scorso a ridosso del palazzo comunale (v. oltre, punto 2), ha ospitato fino al 1955 il monumento ai caduti, prima che questo fosse trasferito nella sua attuale collocazione (v. oltre, punto 11). Non essendoci tra la collina calcarea su cui sorge il paese (Monte Patulo, 400 m s.l.m.) e la costa laziale altre alture di rilievo, da questa piazza si può godere di un panorama vastissimo, che spazia dai Monti Lucretili, ai Tiburtini e Prenestini, ai Colli Albani, oltrepassando la Valle del Tevere e dominando l’intera città di Roma. In giornate particolarmente limpide si può vedere il mare.